Cerca nel blog

Il senso della vita

Via Dego, 6 Torino
10/10/2015 09:30 - 17:00
Con l'AssociazioneARS


L’ambito in cui ci muoviamo è la Metafisica.
Si tenta una ricerca dei
valori eterni delle antiche tradizioni
ma non solo
con lo studio e la ricerca di
Bene, Bello e Vero


Convegno ARS 2015

IL SENSO DELLA VITA
sabato 10 ottobre 2015
ore 9.30 – 13.00; 14.30 – 16.30
presso Centro Polifunzionale della Circoscrizione 1
via Dego 6, Torino

ARS ritiene che i difficili momenti che l'Europa e il mondo stanno attraversando siano dovuti ad un allontanamento dai valori più autenticamente spirituali.

In realtà l'urgenza di una ispirazione "alta" è in tutti gli uomini che, a fronte di un decadimento di consapevolezza, si sentono smarriti o vengono coinvolti nei fondamentalismi più diversi.

ARS vuole ricercare conoscenze essenzialmente anteriori ad ogni forma religiosa o filosofica scavando alle radici della spiritualità umana per riproporre, con estrema filologia, un possibile contatto con il Sacro.

Niente dell'umano vivere va esente da un rapporto vivo e costante con "Altro".
ARS condivide la generale necessità della ricerca assieme scientifica e spirituale, condizione fondamentale per riscoprire l'unità dell'Uomo.

ARS Associazione Ricerche Spirituali
Via Vespucci 57 E 10129 Torino Tel. 011 504417
www.associazionears.eu  info@associazionears.eu



Programma

Mattino ore 9.30 – 13.00

Renato Palmiero, medico, cardiologo e medico sportivo
“Scienza ed esistenza”

Stefano Minetti, islamologo, filosofo, docente a contratto, Università Cattolica di Milano
“Islam e senso della vita: un conflitto apparente”


Caffè


Stefano Piano, già Professore Ordinario di Indologia, Università di Torino
“Qualche riflessione sulla vita in una prospettiva interculturale”

Alfredo Luvino, egittologo, docente di egittologia alla Università Popolare di Torino
“Il mistero della Ank”


^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^
“Che senso ha vivere?”
Una domanda che tocca tutti e ci coinvolge tra bioetica, filosofia, religione e ateismo; ogni uomo se la è posta o, a più riprese, se la è comunque trovata di fronte. Ospite scomodo? Porta all’Ineffabile?
La notissima “Considerate la vostra semenza: fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza” del canto XXVI dell’Inferno dantesco (120) non può non aver colpito ogni studente. Già: la semenza, anzitutto. Poi il seguir in alternativa al viver; e ancora virtute e canoscenza…E l’imperativo iniziale: considerate!
Sembrava quasi che ci fosse troppa carne al fuoco.
Ci si rendeva conto da subito che la responsabilità d’esser uomini era grande, da non sottovalutare lasciandosi, semplicemente, vivere dalla vita. L’inizio era dei più promettenti: il considerate suonava come paterno invito a stare cum-sidera, con le stelle…a mantenersi in quell’alveo in cui la semenza ha modo d’esser tale.
Non si semina solo la terra ma anche il Cielo.
Viva, non retorica, una semenza è tale quando dà nuova vita (Vita nuova?),







Pomeriggio ore 14.30 – 16.30

Ermis Segatti, prete diocesano, studioso del Cristianesimo nei Paesi dell’Est e dell’America latina e del confronto con le varie Tradizioni culturali e le neo-teologie dell’India e della Cina
“Spiritualità in auge e in forse oggi”

Renzo Guerci, studioso di simbolismo ed esoterismo in Dante
“Vita nuova e Commedia divina”

Maurizio Barracano, simbologo e studioso di religioni comparate, in particolare della c.d. Philosophia perennis.
“Senso, nonsenso e controsenso della vita”

Conclusioni e domande


^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^
quando è una potenza che, posta sotto la terra, muore per dare cento e mille volte tanto, come nella parabola biblica del seminatore. E chi è il seminatore, dov’è la terra, qual è la semenza? E le stagioni e la pioggia e il sole…e chi è che raccoglie?
Quante domande, quanta necessità di scoprirsi giovani alla vita!
Per questo è nato l’ennesimo Convegno di ARS; per la quinta volta ci si interrogherà sui temi vitali che costruiscono, ci si perdoni, la vera “Cultura”, quella con la C maiuscola. Non produrrà forse posti di lavoro ma proverà ad animare una maniera d’esser uomini capaci di un consumo dignitoso.
Cum-sumere è portare a compimento, realizzare il fine…


Si è voluto dedicare questo convegno alle api: non è un caso che antiche sacerdotesse di misteri greci fossero chiamate melisse, appunto api. Questo insetto, infatti, rappresenta un lascito simbolico dalle radici antichissime: solare per eccellenza, l’ape è stata richiamata da Caldei come da Cristiani o Egizi fino alle antichissime Upanisad. Che l’ecosistema dipenda in massima parte da questo insetto, al di là dalla incerta citazione eisteiniana, è un fatto. Così, richiamandoci alla corrispondenza tra macro- e micro-cosmo, abbiamo offerto al Femminino i nostri lavori, come già si era fatto con “Donna e Sacro”.


Ingresso gratuito
Contributo gradito










ARS, oltre a curare la pubblicazione di testi, articoli, studi, organizza conferenze e cenacoli, convegni, dibattiti, cineforum.
Mantiene costantemente aggiornato, arricchendolo di materiale di vario genere (articoli, fotografie, ecc.) il sito
www.associazionears.eu


I convegni ARS
Che cosa è l’Uomo 2011
Il Peccato 2012
La Preghiera 2013
Il senso della Vita 2015



Le pubblicazioni ARS
Anarchia del Sacro
Divino risveglio
Che cosa è l’Uomo
Il peccato
Eros mistico
Donna e sacro
Rileggere Dante







ARS Associazione Ricerche Spirituali
Via Vespucci 57 E 10129 Torino Tel. 011 504417
www.associazionears.eu  info@associazionears.eu
Informazioni: Maurizio Barracano 3492539168

*segnalato da Maurizio*